Dieta e acne: cosa si può fare

lunedì, 22 giugno 2020

Dieta e acne: cosa si può fare

Esaminiamo insieme le teorie più diffuse sulla comparsa dell'acne e su come la nutrizione possa influire questo processo! In questo articolo ci occuperemo anche di dare qualche consiglio su come prevenire questo fastidioso disturbo cutaneo.

Teoria 1: carico glicemico

L'indice glicemico (IG) è un numero che viene dato ad un alimento per verificare il suo effetto sui livelli di zucchero nel sangue di un individuo. Gli alimenti ad alto indice glicemico includono cereali per la colazione zuccherati, farina bianca, biscotti, caramelle, ecc.

Il carico glicemico (GL) si basa sulle dimensioni delle porzioni che assumiamo ed è quindi un'estensione della scienza gastrointestinale nella nostra vita quotidiana.

Teoricamente, gli alimenti con un alto GL vengono rapidamente digeriti e assorbiti, il che porta ad un aumento dei livelli di zucchero nel sangue. Tutto ciò fa si che il pancreas si attivi per produrre un aumento dell'insulina e altri ormoni.

RICERCA DEL GL E ACNE

In realtà questa sembra essere un'area controversa con prove attualmente contraddittorie negli studi.

Durante uno studio, 248 uomini e donne di New York sono stati invitati a compilare un questionario di frequenza alimentare convalidato e riportare la loro gravità dell'acne. I risultati hanno dimostrato che i partecipanti con acne da moderata a grave avevano un carico glicemico significativamente più alto nella loro dieta ed un consumo di zucchero maggiore.

Sono stati anche condotti studi controllati randomizzati (il miglior progetto di prova).

Molti di questi studi hanno dimostrato dei miglioramenti dell'acne, dei livelli e della produzione di sebo dopo una dieta a basso contenuto di GL ma, nel contempo, un altro studio non ha trovato alcuna connessione. Sono quindi necessarie ulteriori ricerche in questo settore!

Teoria 2: prodotti lattiero-caseari

C'è un'altra teoria secondo cui il latte può peggiorare l'acne. Si dice che aumenti la concentrazione di insulina e l'ormone IGF-1 nel sangue. Poiché il latte contiene carboidrati, vi è un aumento dei livelli di zucchero e di insulina nel sangue simili agli aumenti provocati da una dieta ricca di GL.

È interessante notare che il latte ha un carico glicemico da tre a sei volte maggiore di quanto si pensasse e l'aggiunta di una piccola quantità di latte ad un pasto a basso contenuto glicemico aumenta la risposta dell'insulina ai livelli di un pasto ad alto indice glicemico. Questo vale per sia per il latte scremato che per quello intero, ma non per il formaggio.

Il latte può anche contribuire alla comparsa dell'acne a causa del suo contenuto ormonale relativamente elevato. Se bevuto in grandi quantità, è stato dimostrato che aumenta i livelli di IGF-1 nel sangue.

LATTE E ACNE

Due grandi studi forniscono prove convincenti di un legame tra latte e acne: ai partecipanti è stato chiesto di annotare ciò che avevano assunto per un periodo di tre anni. In entrambi gli studi l'elevato consumo di latte aveva aumentato il rischio di contrarre l'acne di circa il 20%.

Un altro studio ha scoperto che l'acne è associata al consumo frequente di latte, ma non al latte intero o al formaggio.

Il problema di tutti questi studi è che è stata osservata solo la relazione tra latte e acne ma non ci sono studi controllati randomizzati per indagare su tale relazione.

Ciò significa che non è possibile dimostrare definitivamente che il latte provoca l'acne, ma ci sono alcune prove in cui questo alimento può aumentare il rischio di sviluppare l'acne.

Poiché il latte contiene più di 60 molecole diverse, è estremamente difficile stabilire quali di questi componenti provochino l'acne e quali no, soprattutto perché esiste una gamma ampissima di prodotti lattiero-caseari diversi.

Gli scienziati stanno ancora cercando di scoprire se sono gli ormoni, l'alto carico glicemico o le proteine del latte che scatenano queste associazioni.

Cosa fare se si ha una tendenza alla comparsa di acne?

  • Andare dal medico
    Con il medico di famiglia potrete discutere di eventuali trattamenti o del cambio di dieta.
  • Utilizzare prodotti cosmetici non comedogeni
    Prendete in considerazione la scelta di prodotti per il trucco e la cura del viso che siano senza olio o a base d'acqua ed etichettati come non comedogeni (privi di ingredienti che ostruiscono i pori).
  • Scrivere un diario
    Tenete un diario del cibo/sintomi e cercate un'eventuale relazione tra i cibi che assumete e la comparsa dell'acne.
  • Controllate il peso
    Se siete in sovrappeso, considerate di perdere qualche chilo. Alcuni ricercatori ritengono che l'obesità favorisca la produzione di androgeni, che promuovono la crescita delle cellule cutanee e la produzione di lipidi che possono portare all'acne. L'obiettivo ottimale è un corpo snello con un BMI tra 20-25.
  • Riducete il consumo di latte
    Considerate di eliminare per un po' di tempo latte e derivati. (Assicuratevi di assumere comunque il calcio)
  • Cercate di abbassare il carico glicemico
    Considerate una dieta a basso contenuto di GL. Cercate di evitare i carboidrati raffinati e verificate se questo influisce sulla vostra pelle. Ecco di seguito un esempio di un giorno con un basso indice glicemico:
    • colazione: due uova sode, una fetta di pane integrale, un avocado e pomodori freschi
    • spuntino: una manciata di mandorle
    • pranzo: lenticchie con spinaci freschi, finocchi grattugiati e formaggio di capra
    • spuntino: due fette di pane di segale con un cucchiaio di hummus
    • cena: insalata di pollo e quinoa con zucca, peperoncino e broccoli

Conclusione

Non ci sono ancora prove concrete che l'alimentazione causi l'acne ma, altresì, ci sono prove che può peggiorare la situazione e, dunque, vale la pena provare alcune strategie nutrizionali insieme al trattamento medico.

Una dieta occidentale tipica a base di carboidrati raffinati con un alto contenuto di GL e prodotti lattiero-caseari può essere in parte responsabile dell'acne.

Una dieta sana e varia con un'alta percentuale di cibi integrali come frutta, verdura, legumi e noci è una buona idea. Provate questo tipo di dieta per verificare se i sintomi dell'acne migliorano. L'astenersi dal latte potrebbe essere preso in considerazione purché ci si assicuri di avere un adeguato apporto di calcio.