Igiene delle mani e sicurezza

martedì, 03 marzo 2020

Igiene delle mani e sicurezza

Per proteggerci da agenti patogeni contagiosi, c'è una cosa che noi tutti dovremmo priorizzare: l'igiene delle mani, perché soprattutto i virus influenzali, i vari raffreddori, le infezioni gastrointestinali particolarmente fastidiose vengono trasmessi principalmente attraverso le mani.

Lavarsi le mani correttamente ed efficacemente

Lavarsi le mani è considerata la protezione più semplice contro molte malattie, ma ci sono alcune accortezze da prendere quando ci si lava le mani con acqua e sapone, perché solo un lavaggio accurato potrà proteggerci:

  • lavarsi per almeno 30-60 secondi - solo con un lavaggio accurato delle mani vengono rimossi in modo affidabile tutti i germi
  • usare il sapone! L'acqua rimuove solo pochi germi. Ma se proprio il sapone non è disponibile, l'acqua pura è meglio di niente
  • prestare attenzione alla punta delle dita, agli spazi tra esse e al pollice che sono spesso dimenticati e meritano più attenzione quando si lavano le mani.

Quanto spesso ci si deve lavare?

  • dopo essere andati in bagno
  • in seguito al contatto con animali
  • appena rientrati in casa
  • prima e dopo aver mangiato, soprattutto durante la preparazione dei cibi e dopo aver maneggiato carne cruda
  • prima e dopo essere stati a contatto con persone anziane indebolite
  • dopo aver tossito, starnutito o soffiato il naso
  • dopo il contatto con porte o maniglie nelle strutture pubbliche

Ad alcuni di voi sembreranno nozioni scontate eppure molti le trascurano. Secondo vari studi, solo la metà di tutta la popolazione si lava le mani regolarmente con acqua e sapone.

Sapone fai da te

Nel catalogo del marchio farfalla potrete trovare tutti i prodotti per realizzare in casa un sapone ecologico: la pulizia accurata delle mani viene supportata da oli essenziali protettivi. Per creare un sapone per le mani superpulente, farfalla consiglia:

1. versare le gocce degli oli essenziali nel sapone per le mani biologico Do it yourself
2. chiudere il distributore del sapone e agitare bene.

Disinfezione delle mani

Molte persone utilizzano disinfettanti per tenere le mani pulite specialmente negli spazi pubblici. Tuttavia, i disinfettanti appositi per eliminare gli agenti patogeni, come quelli che si trovano negli ospedali, sono abbastanza aggressivi e uccidono anche i germi innocui di cui il corpo ha bisogno per rafforzare le proprie difese. Ecco perché si consiglia, quando possibile, di preferire un lavaggio accurato delle mani o, in caso si sia costretti a usare tali prodotti di prestare più attenzione alla cura della pelle dopo la disinfezione, in modo da non disidratare troppo le mani. Si possono quindi aumentare le applicazioni di creme mani o si possono cercare trattamenti dalla formula più ricca e nutriente per aiutare la pelle a superare questo periodo stressante.

Igienizzante fai da te

Con la seguente semplice ricetta potrete realizzare facilmente un igienizzante per le mani in pochissimo tempo. Il modo più semplice è quello di inserire tutti insieme gli ingredienti sottocitati in un contenitore vuoto. Con il prodotto finito potrete igienizzare le vostre mani in mancanza di prodotti specifici:

  • 1 cucchiaino di alcol ad alta resistenza (alcol denaturato)
  • 2 cucchiaini di acqua bollita
  • 2 gocce di olio di tea tree
  • 3 gocce di olio con proprietà antimicrobiche e una fragranza fresca (ad esempio eucalipto, timo, rosmarino ...)
  • 1 cucchiaino di gel di aloe vera
  • 1 cucchiaino di olio di vitamina E (opzionale)
  • 1 contenitore vuoto per il riempimento

Consigliamo:

Attenzione: igienizzante non vuol dire disinfettante! Questo prodotto non sostituisce quindi il lavaggio delle mani con acqua e sapone con lo scopo di prevenire il contatto con agenti patogeni.